Piccina

piccina 1PICCINA è il caso più straordinario di guarigione al centro. La piccola viene trovata nella primavera del 2015 al bordo di una strada. Ha subito un grave trauma cranico a seguito di un investimento da parte di un’auto. Aveva la testa gonfia e un occhio tumefatto; da rx erano risultate fratture dell’arcata zigomatica e di alcune delle ossa del cranio. Dopo due giorni dall’arrivo ha iniziato a gonfiare sotto pelle diventando come una palla; aveva la trachea bucata a causa del trauma e l’aria filtrava sotto la cute. Abbiamo tentato l’impossibile… L’abbiamo sottoposta ad un’operazione delicata di sutura della trachea, mai effettuata prima su un riccio… Ha una trachea piccolissima, quasi impossibile da suturare; malgrado le enormi difficoltà l’operazione con nostra grande gioia è riuscita. Tuttavia per due settimane PICCINA continuava a gonfiare e veniva quindi regolarmente sgonfiata con ago cannula. Dopo venti giorni, malgrado la lunga terapia con due antibiotici, PICCINA ha preso una labirintite gravissima dovuta alla frattura del cranio: ha iniziato a girare in circolo e perdeva l’equilibrio. piccina 2Era grave ma continuava a mangiare. E’ stata in seguito sottoposta a due antibiotici per un mese e si è ripresa bene. Malgrado le gravissime lesioni PICCINA è riuscita a recuperare bene fino a raggiungere e superare un chilo di peso. Ora vive nel recinto con altri disabili tra cui Tina, Giò e Selina. Gli esperti inglesi del Vale Hospital, il più grande ospedale per animali selvatici al mondo, non le avevano dato alcuna chance di sopravvivenza ed avevano consigliato di sopprimerla. Noi abbiano voluto crederci ed abbiamo messo il massimo dell’impegno per salvarla… e siamo stati ripagati! PICCINA ha un carattere dolce, a volte diffidente… comprensibile dopo tutto ciò che ha subito…